Tana dei Panda

bambini si nasce, panda si diventa

Li denuncio tutti

di La Creatura scritto il 9 Aprile 2012
Nessun CommentoComments

Io questi qua li denuncio tutti, dal primo all’ultimo, o forse no il nonno lo salvo, vedremo.
Voglio dire che son stato un santo, ho atteso paziente tutto l’inverno, ho sopportato di star chiuso al Nido e mi son preso tutte le malattie del mondo, son cresciuto simpatico ottimista e buona forchetta, insomma tutti felici e contenti, perciò a questo punto NE HO IL DIRITTO, lasciatemi fare quello che voglio, lasciatemi uscire lasciatemi star fuori tutto il santo giorno, che ho bisogno di aria fresca io, sole vento profumo di fiori, motozappa tagliarba trattori, semina piantumazione trapianti.
E quando mi riportate dentro per cambiarmi perché è sera e mamma deve portarmi a casa, non ditemi che devo imparare ad obbedire, non ditemi che faccio i capricci: son stato bravissimo tutto l’inverno, ora che è bella stagione che diamine volete da me? Io vi dico: per quanto io pianga strilli mi divincoli e mi comporti come un maiale al mattatoio, non è mai abbastanza rispetto a quello che davvero mi state facendo. Siete solo fortunati che non ho ancora imparato le cifre arabe, altrimenti avevo già chiamato il Telefono Azzurro e vi avevo denunciati tutti.
Mamma e nonna specialmente, le due boia, e mamma lo è doppiamente perché una volta a casa chiude il garage, non mi lascia uscire in giardino con gli altri bambini del condominio (“E’ buio”, “E’ freddo”, “Bisogna far cena”: che scuse del cavolo!), non mi lascia neanche per ore nel sottoscala a giocare coi contatori dell’acqua e col tagliarba condominiale, ma vuole che dopo solo un paio di giri io salga a casa a far cena – e giù a lamentarsi che è in ritardo, manco fosse colpa mia. E mi chiedo, è dunque questo il senso di essere bambini? Essere piccoli nani indifesi in balìa di tutti, neanche liberi di godersi un pomeriggio sul prato a tallonare il nonno in ogni suo spostamento? Cos’è, un allenamento precoce alla vita adulta, a quando sarò un qualsiasi impiegato frustrato come papà e mamma? Oooooh aspettate solo che crescano i pomodori, mi nasconderò nella boscaglia e non mi prenderete più.
Vigliacchi!
E comunque, le cifre arabe cercherò di impararle quanto prima…

Tags:
Categorie: Contrattempi del mestiere, lasciatemi stare

Leave Comment

Commenting Options

Alternatively, you can create an avatar that will appear whenever you leave a comment on a Gravatar-enabled blog.