Tana dei Panda

bambini si nasce, panda si diventa

Unò-due unò-due!

di Mamma scritto il 21 Febbraio 2015
Nessun CommentoComments

who wants to go to the gymLa ginnastica! Ma perché non me ne hanno parlato prima? Ma perché non lo scrivono nei manuali per il buon genitore?
Da gennaio Elio ha iniziato il corso in palestra due volte alla settimana, lunedi e giovedi, o solo il giovedi quando è fiacco e raffreddato – disturbo che d’Inverno non è così raro. Là fa lezione con la sua insegnante di psicomotricità dell’anno scorso, una adorabile nazista che riuscirebbe a cooptare i pupi anche in intricate coreografie di gruppo, tipo inaugurazione delle olimpiadi in Cina. Oltre ad essere contento – può vedere qualche suo amico anche fuori scuola e sente meno il bisogno di un fratello – il pupo è moooolto meno capriccioso, e ha iniziato:
– ad ascoltare e seguire le regole (dei giochi, e a cascata di casa)
– a contare, grazie al fatto che i numeri si usano spesso nei giochi di gruppo
– a concentrarsi di più quando gioca o legge
Per via degli orari (lavoro ancora a quell’ora), è il nonno che lo porta e lo va a prendere in palestra, e questo impegno fa bene anche a lui, lo responsabilizza e lo distoglie da quella sua dimensione da pensionato-contadino che fa le cose solo quando ne ha voglia. Si è reso conto che nel pomeriggio ci sono un sacco di nonni in giro per il paese, che portano o vanno a prendere i nipoti ad attività varie, e ha trovato una specie di orgoglio corporativo. Questo l’ha stimolato a inventarsi un ruolo di educatore: complice l’inattività invernale (la campagna dorme, fuori è freddo) si è messo a insegnare i numeri al pupo, facendolo contare o giocare con le cifre scritte. Quando a Primavera sarà passato il motozzappa, nonno e nipote potranno contare i semi seminati o le file di pomodori piantati.
Insomma eravamo passati alla palestra solo per evitare gli sbalzi termici della piscina in inverno, invece è stata un’epifania. Grazie a questa metamorfosi ormai al lavoro timbro quasi sempre in orario, evento raro fino all’anno scorso; le mattine non sono più uno psicodramma, per placare i capricci ora basta l’esca di un marshmallow. Non potevano dirmelo prima?!

Tags: , ,
Categorie: giochi di ruolo, rimedi miracolosi

Leave Comment

Commenting Options

Alternatively, you can create an avatar that will appear whenever you leave a comment on a Gravatar-enabled blog.